Sospensione Adempimenti e Versamenti Contributi

Il decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9 ha disposto la sospensione degli adempimenti e del versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a causa dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

I destinatari della sospensione (vedi allegato 1) sono:

  • datori di lavoro privati (anche datori di lavoro domestico, aziende del settore agricolo, aziende con natura giuridica privata con dipendenti iscritti alla gestione pubblica);
  • aziende dei settori del turismo, della cultura, dello spettacolo, delle attività ricreative, della ristorazione, degli asili nido, dei trasporti, del terzo settore e le imprese turistico-ricettive, agenzie di viaggio e turismo e tour operator;
  • lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, agricoli);
  • società, enti e associazioni sportive;
  • Soggetti esercenti attività d'impresa, arte o professione con ricavi fino a 2 milioni di euro nello scorso anno;
  • committenti e liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata.

I contributi previdenziali e assistenziali oggetto di sospensione sono quelli con scadenza legale di adempimento e di versamento nell'arco temporale dal 23 febbraio al 30 aprile 2020.

In tale sospensione rientrano anche quelli relativi alla quota a carico dei lavoratori, fermo restando l'obbligo di riversamento all'Istituto entro la data di ripresa dei versamenti in un'unica soluzione, senza applicazione di sanzioni e interessi, o mediante rateizzazione, fino a un massimo di cinque rate mensili dello stesso importo, senza applicazione di sanzioni e interessi.

 

Sono altresì sospesi:

  • Versamenti per Fondo di Tesoreria;
  • Emissione avvisi di addebito e diffide ex art. 2 D.L. 463/83;
  • Durc con data scadenza validità compresa tra il 31 gennaio e il 15 aprile;
  • Versamenti delle rate di dilazione.
Allegati Ultimo aggiornamento
Allegato 1 - Destinatari Sospensioni (169,6 kB) 02/04/2020
torna all'inizio del contenuto